senette_happiness_passo_3

un passo alla volta, un piede dopo l’altro... é soltanto mettendo in fila tanti passettini che ci si incammina, o si ricomincia a camminare…insomma, da adesso, pian pianino, ripartiamo, anche se siamo stanche, anche se siamo demotivate, anche se non ne abbiamo voglia, anche se ci é poco chiara ma meta e non siamo nemmeno sicure che valga la pena fare fatica, anche se stiamo tutto sommato bene anche dove siamo ( e se non é vero, ce lo raccontiamo, perché é la nostra magica e diabolica comfort zone...lo avevate visto il video, a proposito?)

io, sapete che mi espongo sempre e senza veli in prima persona, sono in questa fase di prolungato stallo….intorno a me vedo il mondo che si muove e io, più mi pare gli altri vadano spediti, più mi blocco, mi paralizzo, resto immobile…mi giro, eh…mi muovo un sacco tutto intorno a me, come il tizio della banca…ma non procedo, non avanzo, anche perché poi non è che sia proprio così certa di dove voglio andare

mio marito mi fa, più che da coach (!!!) da pusher…mi spinge, mi sprona, mi tratta anche male perché non si da pace, non capisce come io non abbia quell’intuizione geniale che mi faccia svoltare. ma quale? cosa? da me nessun insight all’orizzonte...é vero, se mi fermassi a pensare, forse…ma non é vero…penso e penso anche troppo e, alla fine, più penso più resto inchiodata.

ma dove cavolo devo andare? mi pare che non mi vogliano, non mi cerchino…quindi resto nel mio, faccio quel poco che devo, non ho grandi energie e , se ce le ho, le indirizzo male.

vorrei scrivere, vorrei fare radio, vorrei comunicare…vorrei fare quello che so fare (almeno so che lo so fare, non male) ma poi il mondo sceglie sempre secondo altri canoni, altre logiche e io mi sono stufata, ecco…si, mi sono rotta le palle di vedere gente meno preparata di me, meno comunicativa, meno empatica, con meno esperienza, meno meno meno meno meno meno meno…fare tanto  e tanto più di me. colpa loro? no, certo. colpa mia. ok. ma con la mia bella colpa in tasca che ci faccio? mi fa condurre un programma, mi fa scrivere una rubrica, un libro? mi da soddisfazioni, mi rende fiera di me? no. anche il web, i video, il blog…serve un team, non si fa da sole…serve chi sa fare, e io mi sento incapace di combattere contro i mulini a vento che sembrano, comunque, giganti

 

e allora? e allora sono ferma, chi mi segue lo sa...sistemo le mie cose nello zaino, lo alleggerisco, studio la mappa ma spesso me la ritrovo per le mani capovolta, altro che trovare la via. e allora? e allora voi che fate? certo come capogruppo sono pessima, eh? dovrei solo motivarvi invece condivido il mio momento di down; dovrei dirvi che yeah, io lo so come si fa, io lo so dove si va…e invece vi dico che posso solo impegnarmi, passo dopo passo, un passo dopo l’altro, uno alla volta, a uscire dal mio rifugio, a provare a camminare…non è molto, ma é qualcosa e, comunque, sono io!